Itinerario Naturalistico n.3 - MONTE MURANO Stampa

 

Monte Murano - Visualizza in Google Maps


Per raggiungere i panorami che si possono godere dalla cima del Monte Murano si può partire dal centro storico di Serra San Quirico, e precisamente dalla strada a sinistra dell’ex chiesa di Santa Maria del Mercato, appena fuori dalle mura castellane. Si prende il sentiero 143 che conduce oltre le ultime case del paese, dove si trova uno slargo. Il sentiero, all’inizio protetto da una staccionata, è abbastanza largo e risale con comodi tornanti. Si giunge in breve alla zona chiamata dei Prati di San Bartolo e si attraversa la strada che vi conduce, seguendo sempre il sentiero 143. Proseguendo la salita divenuta ripida, dopo poche centinaia di metri si superano prima i ruderi di una vecchia casa colonica e poi l’incrocio con il sentiero 141. Si sale dentro al bosco seguendo sempre il percorso principale, che prima piega verso destra e dopo poco a sinistra. Il bosco è composto principalmente da caducifoglie, tra le quali predominano il Carpino nero e l’Orniello, mentre il sottobosco in primavera si arricchisce di fiori come la campanula, la primula, la viola e il ciclamino.

Si arriva così in vista di ruderi delle Case Marcellini. Qui il percorso piega bruscamente a sinistra e il sentiero 143 diviene una ripida sterrata che conduce fin sulla vetta del Monte Murano. Questo monte per gli abitanti di Serra San Quirico era… esplosivo! Non perché fosse un vulcano, ma perché, riparati da occhi indiscreti, gli abitanti vi praticavano la professione di fabbricanti di polvere da sparo ed esplosivo. In alcuni pianori e grotte del monte è possibile ancora scorgere le buche coniche, dette mortai, dove avveniva tale lavorazione.

Il percorso presenta una difficoltà medio-bassa. Per salire sino alla cima comodamente può occorrere circa un’ora e altrettanto per la ridiscesa.