1. Vai direttamente al menu principale
  2. Vai direttamente al contenuto
  3. Vai direttamente al menu di destra
cosa visitare a Mergo
Cinta muraria e porta del castello (secoli XIV-XVI) PDF Stampa E-mail

Cinta muraria e porta del castelloMergo possiede ancora le mura antiche, costruite in blocchetti irregolari di scura pietra arenaria. Alcuni tratti sono attribuibili alla fine del Trecento, ma tutto il circuito venne ristrutturato nel Cinquecento.
La cinta muraria ha forma poligonale e si giova di difese naturali; infatti alcuni lati del castello sono stati costruiti a strapiombo sulla scarpata della collina. Passeggiando lungo l’antico camminamento di ronda si nota un possente torrione quadrangolare e la porta d’accesso al castello, ben conservata. L’antica torre di vedetta posta sopra l’ingresso è stata poi trasformata nella torre dell’orologio ed il ponte levatoio sostituito con uno in laterizio, ma si conservano ancora gli antichi cardini della porta.

 

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 
Chiesa di San Lorenzo PDF Stampa E-mail

Chiesa di San LorenzoLa chiesa nel XII secolo già esisteva, e potrebbe essere contemporanea alla nascita dell’insediamento. Fu ricostruita dalla fondamenta ed inaugurata nel 1834, divenendo poco dopo parrocchia indipendente da quella di Sant’Angelo del Pino di Serra San Quirico, comune di cui Mergo fece parte per lunghissimo tempo.
All’interno della chiesa si conserva una “Madonna del Rosario con san Domenico e santa Caterina da Siena”, bella tela del pittore arceviese Ercole Ramazzani (1535 - 1598) e un artistico reliquiario del 1759, che secondo la tradizione contiene un pezzo di tela intrisa del sangue della beata Mattia Nazzarei di Matelica (1253-1319), un tempo molto venerata in quest’area. Sembra infatti che durante le traslazioni del corpo della beata i suoi resti emanassero un umore sanguigno, divenuto per i fedeli una vera e propria reliquia.

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 


 

logo Parco Gola della Rossa e Frasassi

logo Comunità Montana

Logo accessibilità

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.