1. Vai direttamente al menu principale
  2. Vai direttamente al contenuto
  3. Vai direttamente al menu di destra
cosa visitare a Cerreto 'Esi


Chiesa dell’Annunziata PDF Stampa E-mail

Chiesa dell'AnnunziataLa chiesa venne eretta nel 1507 all’interno del castello. Un incendio negli anni ottanta del Novecento ne ha compromesso la conservazione, ma sono ancora visibili alcuni pregevoli affreschi che ornano le pareti perimetrali. Nelle scene superstiti, raffiguranti una “Crocifissione” e una “Vergine Maria”, si riconosce la mano di più artisti di cultura figurativa fabrianese e umbra.

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 

 
Chiesa di Santa Maria della Porta PDF Stampa E-mail

Chiesa di S. Maria della PortaSi trova sulla piazza principale del paese, accanto appunto alla porta d’ingresso medievale. Già documentata nel XIII secolo, è probabilmente l’edificio religioso più antico dell’insediamento. Oggi conserva numerose statue lignee appartenenti alla confraternite religiose che ancora arricchiscono la vita del paese, insieme ad una tela dalla spiccata caratterizzazione cromatica raffigurante la “Deposizione di Cristo” (XVI sec.), pregevole copia dell’opera di Federico Barocci.

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 
Raccolta di opere d’arte - Antica Farmacia Giuli PDF Stampa E-mail

Antica Farmacia GiuliDella storica ed elegante farmacia di Cerreto si conserva tutto l’arredamento e il mobilio in legno, in cui erano disposti i vasi da farmacia. Nei locali adiacenti sono state raccolte la maggior parte delle testimonianze artistiche locali. Si tratta di otto opere databili tra XV e XVIII secolo, tra le quali spicca un crocifisso-reliquiario il legno dorato e dipinto attribuito ad Antonio da Fabriano (XV sec.). Seguono poi una Madonna con s. Antonio abate e s. Michele arcangelo di Ercole Ramazzani (XVI sec.), una bella Annunciazione su tavola di Luca di Bartolomeo delle Fibbie (1588) e tele di botteghe locali.

 

Link a Musan.it

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 
Collegiata di S. Maria Assunta (sec. XIV; riedificata nel ‘700) PDF Stampa E-mail

Santa Maria AssuntaL’imponente edificio settecentesco, che domina piazza San Rocco, conserva della chiesa originaria del XIV secolo un portale e una monofora in stile gotico. All’interno è da notare un pregevole Crocifisso ligneo eseguito da fra Paolo da Chioggia (1528), oltre a numerose tele di botteghe locali, inserite in una decorazione ricca di statue e motivi ornamentali in stucco (XVIII sec.).

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 
Torre rotonda detta “di Belisario” PDF Stampa E-mail

Torre rotonda 'di Belisario'Vero e proprio emblema cittadino è la torre cilindrica, impropriamente attribuita al generale bizantino Belisario, un unicum nella tipologia delle fortificazioni marchigiane. Con i suoi 25 metri di altezza svetta a controllo della vallata circostante, e attualmente si caratterizza anche per un’accentuata pendenza. Avvolta nel mistero rimane la data della sua origine: se le forme attuali fanno propendere per il XIV-XV secolo, il basamento composto da pietrame grezzo misto a conci squadrati fa supporre l’esistenza di un edificio precedente. Vi si accedeva attraverso una piccola porta posta a grande altezza; all’interno vi sono cinque ambienti l’uno sull’altro, che comunicano tra loro per mezzo di botole e di scale retrattili a pioli. La parte sommitale presenta aperture che consentono di spaziare con lo sguardo in ogni direzione.

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 
Porta Maggiore PDF Stampa E-mail

Porta MaggioreIl castello di Cerreto, nonostante le numerose modifiche, conserva la tipica struttura medievale: si entra dalla bella Porta Maggiore detta Giustinianea (XV sec.), classica porta-torre con slanciato arco a sesto acuto, su un cui capitello si può scorgere una curiosa sirena scolpita. Da qui inizia il giro delle mura difensive sulle quali si sono innestate nel corso dei secoli le abitazioni. I recenti scavi archeologici di fronte all’ingresso hanno permesso di riportare alla luce l’antica rampa in pietra che permetteva di superare il dislivello del fossato che circondava le mura e giungere perpendicolarmente di fronte all’ingresso, dove un ponte levatoio consentiva di entrare nel castello.

Visualizza in GOOGLE MAPS.

 

 


 

logo Parco Gola della Rossa e Frasassi

logo Comunità Montana

Logo accessibilità

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.